CHI LA VUOLE? SOTTO A CHI TOCCA!

Foto Khune 2016
Siamo a 10 giorni dall'inizio della primavera astronomica, e a due settimane dalla finale del nostro circuito; la primavera vera, voluto bisticcio di parole, è già cominciata da un pezzo e se non ci fossero state le abbondanti nevicate di gennaio e le altrettanto generose sparate dei cannoni, staremmo a cogliere le margherite. Giunti a questo punto, non ci resta, per tirare avanti fino al 25 di marzo, che invocare una ulteriore serie di bufere siberiane che ci garantiscano un provvidenziale codazzo di inverno.

LA BELLEZZA DI UN PASSO E DI UN MEZZO PASSO INDIETRO

 
Tango
Roccaraso ore 19 del 24 febbraio, di una primavera che sembra arrivata con un mese di anticipo, dopo una mattinata di caldo sole e di vento più caldo ancora, si scatenava il putiferio di acqua mista a......... neve, NO! mista a sabbia fangosa del deserto libico. Già in mattinata il sole e il forte vento avevano compromesso l'andamento dell'allenamento programmato, trasformatosi in una gara di sopravvivenza tra una buca e l'altra del tracciato, allestito dall'indomito tracciatore-allenatore, Carmine Pierro, gentilmente prestatosi ad estemporanea supplenza, per assenza giustificata, di Daniele Di Santo.

QUATERNA SULLA RUOTA DI ROCCARASO-CAMPO FELICE

tombola per sito

12 febbraio si è chiusa la quaterna di giganti di Coppa Italia valevoli anche per il circuito MasterMind 2017; ieri, con il super G, non valevole per il circuito MM, calava definitivamente il sipario sulla tre giorni abruzzese di C.I., frutto candito del coordinamento MasterMind-Aliski per il lancio, ai massimi livelli, dell'attività Master nel Centro-Sud. Due eventi, uno a Roccaraso, l'altro a Campo Felice per quattro giganti (più SG), risultati decisamente di buon livello per piste, tracciati, puntualità, competenze delle giurie e quant'altro, in estrema sintesi: niente da eccepire; degni di nota anche i supporti pappatori offerti dagli organizzatori sia di Roccaraso che di Campo Felice.